design

Cosa vedere al Salone del Mobile 2024 a Milano

stand-salone-mobile-milano-gufram

Quando, dove, come, perché dovresti andare al Salone del Mobile 2024, cosa e chi ci troverai? Te lo provo a riassumere in questo articolo dedicato alla manifestazione che da oltre 60 anni trasforma Milano nel centro di gravità mondiale dell’industria dell’arredo.

Table of Contents

Date Salone del Mobile 2024

Il Salone del Mobile si tiene anche quest’anno in fiera Rho a Milano da martedì 16 a domenica 21 aprile 2024.

date-salone-mobile-milano-2024
Le date (courtesy Salone del Mobile.Milano)

Chi può visitare il Salone del Mobile

L’evento è riservato agli operatori di settore che possono accedervi tutti i giorni (architetti e designer, buyer, decoratori d’interni, distributori e rivenditori, esportatori e importatori, facility manager, general contractor, lighting designer, produttori).

inaugurazione-salone-mobile-milano-2024
Il taglio del nastro del 62° Salone del Mobile (foto Francesco Rucci, courtesy Salone del Mobile.Milano)

I non addetti ai lavori possono entrare solo sabato 20 e domenica 21 aprile. Gli studenti il 19, 20 e 21 aprile. Consigliabile, quindi, andarci tra martedì e giovedì per evitare l’affollamento in massa.

salone-mobile-milano-2024
Salone del Mobile di Milano 2024(foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

Di seguito gli orari di apertura:

  • visitatori: 9.30 – 18.30
  • stampa: 8.30 – 18.30
  • espositori: 8.30 – 19

Quanto costa il biglietto per entrare al Salone del Mobile 2024

La prevendita per acquistare online i biglietti a un prezzo scontato per il Salone del Mobile è aperta fino al 12 aprile. Dal 13 aprile è in vigore la tariffa intera.

Novità introdotta da quest’anno, per gli operatori è previsto il biglietto unico della validità di 6 giorni, che consente quindi l’ingresso in tutti i giorni di manifestazione.

tram-Salone-Mobile-Milano-2024
Lo storico tram di Milano vestito con la grafica del Salone del Mobile

Come entrare gratis al Salone del Mobile

Il SaloneSatellite è la sezione del Salone del Mobile riservata alle proposte dei designer under 35 ed è sempre gratuita durante la fiera e accessibile a tutti dall’ingresso Cargo 3.

Prezzo biglietto fiera Salone del Mobile 2024

Di seguito uno schema riassuntivo del costo dei biglietti per categoria.

salone-mobile-2024-fiera-rho-milano
I primi ingressi in fiera Rho per il Salone targato 2024 (foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

Ingresso operatore (valido per tutti i 6 giorni della manifestazione)

  • Prevendita online (fino al 12/04) € 50
  • Online (dal 13 al 21/04) € 60
  • In cassa (dal 16 al 21/04) € 70

Biglietto “pubblico” (per chi non rientra tra i lavoratori del settore, valido 1 giorno)

  • Prevendita online (fino al 12/04) € 40 
  • Online (dal 13 al 21/04) € 45 
  • In cassa (20 el 21/04) € 55

Biglietto 1 giorno studente 

  • Online (fino al 21/04) € 15
  • In cassa (dal 19 al 21/04) € 20

Fuorisalone 2024

Evento nell’evento, da lunedì 15 a domenica 21 aprile 2024 il Fuorisalone porta la Milano Design Week a superare i confini della fiera. L’intera città si trasforma in set per installazioni, feste e iniziative che abbracciano il mondo dell’arte, del design e della cultura contemporanea.

Materia Natura” è il tema scelto come fil rouge per promuovere una cultura del progetto consapevole: la sostenibilità come principio guida e valore nel processo creativo e nella progettazione.

Design Kiosk in piazza della Scala

Dall’8 al 21 aprile, nella centralissima piazza della Scala, DWA-Design Studio ha progettato in collaborazione con Interbrand il Design Kiosk, aperto tutti i giorni (tranne venerdì 12 aprile) dalle 10 alle 19.

chiosco-piazza-scala-milano-salone-Mobile-2024
Il chiosco del Salone del Mobile in piazza della Scala a Milano a cura di DWA-Design Studio (foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

Realizzato con materiali sostenibili e progettato per essere smontato e rimontato, il chiosco è una novità di questo Salone del Mobile 2024. Uno strumento interattivo ad alta innovazione tecnologica nel quale vengono organizzate presentazioni e conversazioni con il coinvolgimento di molti progettisti.

Tra i nomi: Piero Lissoni, Stefano Boeri, Luca Nichetto, Parasite2.0, Cino Zucchi. La selezione editoriale, a cura di Corraini Edizioni, include nuove pubblicazioni, libri usati (da collezione), una selezione di riviste di design e lifestyle internazionali e pubblicazioni del Salone. 

design-Kiosk-milano-salone-Mobile-2024
Al Design Kiosk si trovano pubblicazioni selezionate a tema design e conversazioni con progettisti di fama (foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

Programma: 

  • giovedì 11 aprile ore 18 A conversation with Stefano Boeri
  • sabato 13 aprile ore 18 A conversation with Piero Lissoni
  • lunedì 15 aprile ore 18 A conversation with Luca Nichetto
  • mercoledì 17 aprile ore 18.30 Collective keywords, collective books. Parasite 2.0 with Alessio D’Ellena, Lukas Feireiss, Matylda Krzykowski and Jerszy Seymour
  • sabato 20 aprile ore 18.30 A conversation with Cino Zucchi

L’inaugurazione del 62° Salone al teatro alla Scala

Lunedì 15 aprile alle 20 si tiene la serata inaugurale della 62° edizione del Salone del Mobile nella sala del Piermarini al teatro alla Scala. L’orchestra è diretta dal maestro Riccardo Chailly con la partecipazione del tenore Juan Diego Flórez. Il programma include una selezione di ouverture, intermezzi e arie di Giuseppe Verdi, Vincenzo Bellini e Giacomo Puccini.

concerto-teatro-scala-milano-salone-mobile-2024
Concerto d’inaugurazione del Salone al teatro alla Scala diretto dal maestro Riccardo Chailly e con la partecipazione del tenore Juan Diego Flórez (foto Diego Ravier, courtesy Salone del Mobile.Milano)

3 novità al Salone del Mobile 2024

Ecco le principali 3 novità di questa edizione 2024 del Salone del Mobile.

novita-salone-mobile-2024
Le principali novità del Salone 2024 (infografica di Davide Mottes, courtesy Salone del Mobile.Milano)

1. Nuovi layout per i padiglioni dedicati a Cucina e Bagno

Com’era avvenuto l’anno scorso per Euroluce (sezione dedicata all’illuminazione e design che tornerà nel 2025 al Salone), stavolta sono stati ridisegnati i percorsi di altre due sezioni biennali: EuroCucina, con l’evento collaterale FTK – Technology For the Kitchen integrata nei suoi spazi (padiglioni 2-4) e del Salone Internazionale del Bagno (padiglioni 6-10).

Il rinnovato layout espositivo è stato ripensato dallo studio milanese di ingegneria e architettura Lombardini22 attraverso le neuroscienze e secondo una filosofia che pone il visitatore al centro.

Salone-del-Mobile-2024-EuroCucina-Layout-Lombardini22
Il nuovo layout dei padiglioni di EuroCucina 2024 progettato da Lombardini22 (courtesy Salone del Mobile.Milano)

Questa ridistribuzione consente di accedere a tutti gli stand percorrendo la metà della distanza rispetto all’allestimento tradizionale: 640 metri anziché i precedenti 1,2 chilometri.

Concretamente, i padiglioni sono adiacenti e collegati per la prima volta. Scompare l’impostazione classica a decumano in favore di un’impostazione concentrica, con boulevard ad anello, su cui si affacciano da entrambi i lati le aziende.

Salone-del-Mobile-2024-Salone-Internazionale-del-Bagno-Layout-Lombardini22
Il nuovo layout dei padiglioni al Salone Internazionale del Bagno 2024 progettato da Lombardini22 (courtesy Salone del Mobile.Milano)

Gli stand sono posizionati alle pareti perimetrali esterne e i principali percorsi sono stati resi più larghi per migliorare l’orientamento, inoltre, sono state inserite installazioni culturali e aree di quiete.

ristorante-salone-mobile-Lissoni
I ristoranti all’interno dei padiglioni del Salone del Mobile progettati da Lissoni & Partners (foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

2. Tre grandi installazioni artistiche

Nei padiglioni del Salone del Mobile, in quelli di Eurocucina e dedicati al Salone del Bagno sono presenti tre grandi installazioni artistiche.

1. L’installazione del regista David Lynch al Salone

lnteriors by David Lynch. A Thinking Room” è l’installazione progettata per i padiglioni 5 e 7 dal celebre regista dell’inconscio David Lynch. Due speculari “stanze del pensiero” come porte simboliche da attraversare per immergersi nella manifestazione.

Una riflessione sulla relazione tra l’interiorità di chi arreda lo spazio e la proiezione esterna di sé. Il progetto, con la curatela di Antonio Monda, ha visto la collaborazione del Piccolo Teatro di Milano per il progetto esecutivo e l’allestimento.

L’allestimento di David Lynch visto dall’esterno, padiglioni 5-7 (foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

Gli ambienti immaginati dal regista sono incorporati all’interno di due gusci, affiancati e simmetrici, dalla forma ovoidale. Tra il perimetro dei gusci, fatti di un sipario rosso teatrale, e le Thinking Room si determina uno spazio intermedio che, attraverso un grande portale a tutta altezza, accoglie i visitatori prima di permettere l’ingresso vero e proprio alle stanze.

Un morbido spazio di attesa, fatto di moquette, velluti e sedute, un dietro le quinte intimo e scenografico: uno stato di sospensione dove attutire l’esperienza frastornante della fiera.

dentro-installazione-regista-David-Lynch-Salone-Mobile
Uno scorcio dall’interno dell’installazione firmata dal regista Lynch per i padiglioni 5 e 7 al Salone (foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

Due stanze, relativamente piccole e vuote, eccezion fatta per la grande poltrona centrale in legno dotata di strumenti per scrivere, disegnare e dipingere e di sette cilindri che la collegano al soffitto, alcune nicchie con immagini – tra l’inquietante e il conturbante – scelte dal regista, uno specchio e un orologio.

stanza-david-lynch-salone-mobile
Altro scorcio dall’interno della “Thinking Room” progettata da David Lynch (foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

Tutt’intorno, un sipario ondulato che ritma le pareti e scandisce il tempo, sotto ai piedi doghe come onde marine, sopra la testa un soffitto curvilineo dorato collegato ai tubi e alla poltrona tramite sette fili di luce. Il vuoto è solo apparente: le stanze sono colme di blu, di oro, di luce, di silenzio.

2. L’installazione sulla sostenibilità idrica al Salone del Bagno

Under the Surface” è l’installazione a forma di isola sommersa progettata e realizzata da Emiliano Ponzi, Accurat e Design Group Italia per il Salone Internazionale del Bagno al padiglione 10.

installazione-fiera-bagno-Salone-Mobile
L’installazione immersiva “Under the Surface” al padiglione 10 del Salone Internazionale del Bagno, a cura di Accurat, Design Group Italia ed Emiliano Ponzi (foto Salotto NY)

Partendo dall’idea di Atlantide e dalla suggestione di un paesaggio fatto di picchi e valli, i volumi sfumano dai toni profondi del blu e degli azzurri fino al bianco. I riflessi di luce, che si muovono e cambiano incessantemente, rappresentano i dati sul consumo globale d’acqua mentre, attraverso l’uso innovativo di data-visualization dinamica, vengono raccontati i progressi tecnologici e manifatturieri legati alla salvaguardia idrica nel campo dell’arredobagno.

installazione-mare-blu-salone-mobile
L’installazione “Under the surface” propone paesaggi marini astratti stampati in 3D e proiezioni olografiche (foto Salotto NY)

Le proiezioni ricreano il movimento dell’acqua in una serie di onde e rifrazioni. I dati si aggregano e organizzano in forma di suggestivi geyser e in gocce impalpabili.

3. Talk e taste experience sul cibo a EuroCucina

All you have ever wanted to know about food design in six performances” è il tema delle esposizioni, talk e taste experience che si susseguono su un grande palcoscenico a forma di stella al centro di EuroCucina (padiglioni 2 e 4).

padiglione-eurocucina-fiera-salone-mobile-2024
L’allestimento nell’area food dei padiglioni 2 e 4 di EuroCucina, a cura di Lombardini22 (foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

Due le aree: quella funzionale, con il laboratorio e il banco di lavoro, e lo spazio espositivo per volumi e riviste dedicati al food design. Tra i due ambienti, la parete tecnica antincendio diventa schermo per videoproiezioni. 

padiglione-food-Eurocucina-fiera-salone-mobile-2024
L’altra prospettiva della scenografia che compone l’area food dei padiglioni 2 e 4 di EuroCucina, a cura di Lombardini22 (foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

6 i food magazine indipendenti internazionali che, insieme ad artisti, designer e chef da tutto il mondo, presentano una visione inedita e originale sul presente e futuro degli ingredienti che la natura ci offre.

Le riviste sono: Family Style (Stati Uniti), L’Integrale (Italia), Linseed Journal (Gran Bretagna), Magazine F (Sud Corea), The Preserve Journal (Austria), Farta (Portogallo).

sophia-roe-eurocucina
Evento “Family Style” con Sophia Roe nell’area Food di EuroCucina (foto di Diego Ravier, courtesy Salone del Mobile.Milano)

3. Mostra in Triennale per i 25 anni del SaloneSatellite

Compie 25 anni il SaloneSatellite (padiglioni 5-7), la sezione dedicata ai giovani designer under 35. Il traguardo si festeggia con una mostra alla Triennale di viale Alemagna 6 (ingresso libero dal 16 al 21 aprile dalle ore 11 alle 21 e dal 23 al 28 aprile dalle ore 11 alle 20), allestita da Ricardo Bello Dias e con il progetto grafico dello Studio òbelo. Una wunderkammer di oggetti, prototipi, schizzi, immagini e testimonianze.

mostra-universo-satellite-salone-mobile-triennale-milano
La mostra “Universo Satellite” in Triennale Milano (foto Saverio Lombardi Vallauri, courtesy Salone del Mobile.Milano)

Cosa vedere in fiera al Salone del Mobile 2024

In tutto, sono quasi 1.900 gli espositori presenti quest’anno in fiera. Come l’anno scorso, è possibile utilizzare la funzionalità di mappa interattiva per creare il proprio percorso di visita personalizzato e orientarsi meglio tra stand e padiglioni grazie alla possibilità di ricercare i singoli brand e geolocalizzarli.

pianta-salone-del-mobile-fiera-milano-2024
La pianta indica quali sezioni della fiera ospitano i vari padiglioni (courtesy Salone del Mobile.Milano)

Salone internazionale del Mobile 2024

Cuore della manifestazione è il Salone internazionale del Mobile, dedicato all’arredo in genere, e che interessa i padiglioni 1 e 3 più 5 e 7.

Presenti tra gli espositori sia aziende di profilo internazionale che realtà che rappresentano l’eccellenza manifatturiera italiana, in un mix equilibrato di artigianalità, tradizione produttiva, tecnologie avanzate e processi custom made.

EuroCucina 2024

I padiglioni 2 e 4 accolgono EuroCucina / FTK – Technology For the Kitchen, sezione del Salone che conta 100 espositori, dedicata a uno degli ambienti più importanti della casa.

frigorifero-colorato-lg-moodup
Il frigorifero MoodUP di LG, caratterizzato da porte led che cambiano colore e altoparlante integrato che riproduce musica

Arredi in materiali sempre più sostenibili, elettrodomestici smart e applicazioni hi-tech per cucine al passo con i più moderni sistemi di domotica per semplificare le abitudini e garantire efficienza energetica. 

cucina-senza-maniglie-miele-artline
La cucina ArtLine di Miele con elettrodomestici senza maniglie che si aprono automaticamente sfiorando un sensore

Salone Internazionale del Bagno 2024

All’interno dei padiglioni 6 e 10 si celebra l’ambiente di casa più dedicato al benessere e al relax con il Salone Internazionale del Bagno.

180 gli espositori che propongono le soluzioni più all’avanguardia, nella forma, nei materiali e nella funzione, che uniscono sostenibilità, minor impatto ambientale e risparmio idrico, senza dover rinunciare al comfort nell’utilizzo e all’estetica.

Tra le altre, sono presenti aziende come Fratelli Fantini, Roca, Laufen, Vismaravetro, Tubes Radiatori, Ceramica Cielo, Kohler, Novello.

Salone internazionale del Complemento d’arredo

Nel Salone internazionale del Complemento d’arredo trovano spazio oggettistica, elementi di decoro, tessuti, carte da parati… Tutto ciò che che contribuisce ad arricchire gli ambienti domestici e trasmettere emozioni.

Workplace 3.0

Le soluzione di arredo per l’ufficio sono protagoniste della sezione Workplace 3.0 che ospita più di 120 espositori.

S.Project

Nell’area S.Project va in scena la progettazione d’interni chiavi in mano per spazi interamente coordinati, che unisce lo studio di elementi tecnici, arredi e decor.

SaloneSatellite

Nei padiglioni 5 e 7, accanto al Salone “ufficiale”, torna il SaloneSatellite, trampolino di lancio di giovani designer under 35. “Connecting Design since 1998” è il tema scelto quest’anno e su cui sono stati coinvolti 600 giovani talenti e 22 scuole di design.

L’appuntamento fondato e curato da Marva Griffin Wilshire celebra i suoi primi 25 anni con un’edizione speciale e una grande mostra in città alla Triennale, dal 16 al 28 aprile 2024, che racconta l’universo e i protagonisti della manifestazione.

mostra-triennale-milano-universo-satellite
L’inaugurazione della mostra “Universo Satellite. 25 anni di SaloneSatellite” in Triennale Milano (foto Saverio Lombardi Vallauri, courtesy Salone del Mobile.Milano)

Curata da Beppe Finessi e allestita da Ricordo Bello Dias, la mostra ripensa all’intera storia di SaloneSatellite portando in scena il rapporto tra il mondo della produzione e i giovani talenti, che da luoghi differenti del mondo hanno portato idee nuove nel design e nell’universo domestico.

Padiglioni 22/24 e 9/11

In queste coppie di padiglioni, i grandi marchi dell’interior design presentano progetti realizzati con alcuni dei migliori designer della scena internazionale.

bosa-ricciardi-oasis-solar-disc-bird
Al padiglione 22 – stand L18, Bosa presenta la collezione “Oasis”, disegnata da Sara Ricciardi: vasi e tavolini in ceramica dai colori vigorosi e dalle forme che richiamano palme, papiri, fiori di loto e uccelli paradisiaci

Nei padiglioni 22 e 24 ci saranno, tra gli altri, gli stand di Molteni&C, Kartell, Knoll, Arper, Edra, Magis.

stand-salone-mobile-milano-gufram
Lo stand (M10 – M12) “pop” di Gufram al padiglione 24 (foto Andrea Mariani, courtesy Salone del Mobile.Milano)

Nei padiglioni 9 e 11 quelli ad esempio di Minotti, Flexform, Poliform, Porro e Living Divani.

de-castelli-light-shade
Al padiglione 24 – stand B01-B02, De Castelli presenta la collezione di lampade a parete in metallo “Light&Shade” disegnata da Adele Martelli: la fonte luminosa viene irradiata con morbidezza dalla circonferenza per creare una luce d’ambiente morbida e al contempo fungere da elemento decorativo (foto credits Alberto Parise)

Padiglioni 14/18

I padiglioni 14 e 18 accolgono marchi di primo piano che hanno fatto la storia del design italiano e aziende che stanno plasmando il panorama del design contemporaneo grazie alle loro proposte.

Qualche brand presente in questi padiglioni: Cattelan Italia, Arketipo, Pedrali, Nardi. Ma anche Secolo, Dresswall, Fantin, Tato, Milla & Milli, Mindo, Kriptonite, ST-Systemtronic, RS Barcelona e Lithea.

lithea-marina-anemone-elena-salmistraro
Al padiglione 18 – stand B08, Lithea presenta la collezione “Marina” disegnata da Elena Salmistraro. Uno scenografico pannello decorativo policromo e tre tavolini in pietra e marmo rievocano gli abissi e le creature del mare (foto credits Nino Bartuccio)

All’interno dei padiglioni 14 e 18, tra le tematiche protagoniste, anche l’hospitality, con aziende come Quadrifoglio Group. 

Al padiglione 14 si trova anche la suggestiva Arena progettata da Formafantasma che ospita talk e tavole rotonde, funzionale anche per gli incontri di lavoro passando per attimi di sosta o di pausa durante le visite.

All’interno dei padiglioni 14 e 18 uno sguardo attento sul mondo dell’ufficio che, negli anni, ha saputo rendere trasversale il concetto dello spazio di lavoro declinando soluzioni d’avanguardia anche all’ambito residenziale. Tra le aziende: Quinti Sedute, Slalom acoustic & partition systems Martex. 

Padiglioni 13/15

I padiglioni 13 e 15 accolgono gli stand di aziende di primo piano ma anche brand emergenti. Alcuni nomi: Turri, Rugiano Interiors Decoration, Oniro Group (Etro Home Interiors, Roberto Cavalli Home Interiors, Gianfranco Ferré Home), Longhi, Sahrai, Villari, Treca Paris, Annibale Colombo e Pianca. 

Il padiglione 13 ospiterà anche un gruppo di aziende di alto artigianato produttrici di arredi in stile classico che oggi si stanno distinguendo nello scenario nazionale e internazionale.

Ospiti dei talk e tavole rotonde al Salone del Mobile

I talk del mattino si tengono alle 11 nell’Arena “Drafting Futures” (padiglione 14) disegnata da Formafantasma recuperando le sedute della precedente edizione, coperta da una moquette stampata con disegni astratti il cui pattern ricorda gli scarabocchi che si fanno quando impegnati a riflettere o durante una conversazione.

arena-eventi-talk-salone-mobile-2024
L’arena “Drafting Futures” al padiglione 14 progettata da Formafantasma (foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

Le tavole rotonde affrontano, invece, alcuni degli argomenti cruciali per l’attualità del design e dell’architettura, come l’uso dell’intelligenza artificiale, il rapporto tra nautica progetto in collaborazione con Salone Nautico Internazionale di Genova, le novità del settore hospitality.

Programma dei talk al Salone del Mobile

  • Francis Kéré, architetto, fondatore Kéré Architects, la cui attività è caratterizzata da una profonda sensibilità verso la sostenibilità e l’inclusività sociale, intervistato dalla giornalista Giulia Ricci (17 aprile, ore 11-13); 
  • John Pawson CBE, architetto, che conversa con Deyan Sudjic OBE, autore, divulgatore, curatore di architettura e design (18 aprile, ore 11-13); 
  • Jeanne Gang, FAIA, FRIBA, socia fondatrice Studio Gang, che mette al centro della sua pratica le esigenze delle persone e del pianeta, in dialogo con Johanna Agerman Ross, capo curatore “Conran Foundation” del Design Museum di Londra (19 aprile, ore 11-13); 
  • Hans Ulrich Obrist, direttore artistico della Serpentine Gallery, che intervista Maria Porro, presidente del Salone del Mobile (20 aprile, ore 11-13).
arena-talk-conferenze-fiera-mobile
L’ingresso all’arena progettata da Formafantasma (foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

Programma delle tavole rotonde al Salone del Mobile

  • “Nautica e design: le influenze positive del Made in Italy” (16 aprile, ore 16), in collaborazione con il Salone Nautico Internazionale di Genova, un confronto tra progettisti e aziende per capire come il ruolo del design stia diventando sempre più cruciale nello sviluppo dell’industria nautica;
  • “Form Follows Formulation: Maria Cristina Didero in conversation with Aesop” (17 aprile, ore 16) protagonista il celebre marchio australiano di skincare di alta qualità, tra design e customer experience;
  • “Il comparto arredo, eccellenza del Made in Italy: investimenti strategici e vantaggi competitivi per lo sviluppo internazionale della filiera” (18 aprile, ore 16.30) a cura di Intesa Sanpaolo: un panel dove i temi della sostenibilità e degli investimenti vengono inquadrati come drive strategici per lo sviluppo del settore;
  • “New Shapes of Hospitality” (19 aprile, ore 16) dedicato a un settore che sta evolvendo rapidamente, alla scoperta di nuove opportunità e mercati da sviluppare;
  • The Present and Future of Artificial Intelligence” (20 aprile, ore 16) dedicato al significato dell’IA per le discipline dell’architettura e della progettazione, per capire se sarà solo un ulteriore strumento al servizio del settore o se potenzialmente possa avere un impatto molto più ampio e di rottura. 

Biblioteca e Bookshop del Salone del Mobile

Nell’Arena (padiglione 14) si inaugura un nuovo progetto: la Biblioteca del Salone del Mobile, su progetto di Formafantasma. 

bookshop-fiera-salone-mobile-2024
Il bookshop accanto all’Arena a cura di Corraini Edizioni progettato da Formafantasma (foto courtesy Salone del Mobile.Milano)

Accanto all’Arena si trova il Bookshop Corraini Mobile (progetto sempre di Formafantasma), a cura di Corraini Edizioni, che propone un catalogo di oltre 110 editori con un’ampia selezione di titoli internazionali dedicati a design, arte, illustrazione, con incursioni nel mondo del cibo e food design. Ma anche libri per bambini, manifesti e grafiche in tiratura limitata, ceramiche, piccoli oggetti d’arte e pezzi unici, curiosità e rarità.

Radio Deejay, Capital e m2o in diretta dal Salone

Da mercoledì 17 a domenica 21 aprile, Radio Deejay, Radio Capital e Radio m2o tornano in diretta dagli spazi di Fiera Milano Rho con un truck posizionato all’esterno del padiglione 22.

radio-deejay-salone-mobile-fiera
Linus e Nicola Savino di Radio Deejay (foto di Luca Fiammenghi, courtesy Salone del Mobile.Milano)

Di seguito il palinsesto dei cinque giorni di musica, intrattenimento e informazione:

  • mercoledì 17 aprile “Deejay chiama Italia” con il direttore editoriale e artistico di Radio Deejay Linus e Nicola Savino, dalle 10 alle 12; dalle 14 alle 16 si accende live Radio Capital con la musica di “Capital Records” insieme a Mixo e Luca De Gennaro; chiude la giornata m2o con il ritmo di “Albertino Everyday”, dalle 17 alle 19, con il direttore artistico dell’emittente Albertino e la sua inseparabile squadra, Fargetta, Shorty, Ale Lippi e La Ginger.
  • venerdì 19 aprile Patrizia Prinzivalli per m2o, dalle 9 alle 12, mentre Vic e Marisa Passera dalle 13 alle 14 con “Vic e Marisa” su Radio Deejay.
  • sabato 20 aprile, Claves su m2o dalle 10 alle 13. Il pomeriggio firmato Radio Deejay con “We-Jay”: nella prima parte, dalle 14 alle 16, al microfono Davide Damiani e Federico Pecchia, mentre nella seconda, dalle 16 alle 18, è il turno di Umberto e Damiano.
  • domenica 21 aprile, Radio Capital chiude il palinsesto dalle 10 alle 12 con “Generazione Capital” di Marco Maisano, impegnato anche dalle 12 alle 14 con “Cose che Capital” insieme a Betty Senatore. 

Web serie “Behind the doors

“Behind the doors” è la nuova web serie del Salone del Mobile (visionabile sul canale YouTube del Salone) che racconta le case di alcuni tra i più celebri progettisti internazionali. Dalle scelte materiche a quelle cromatiche, passando per gli arredi e l’illuminazione.

webserie-Behind-the-doors-salone-del-mobile-2024
La cover della webserie “Behind the doors” (courtesy Salone del Mobile.Milano)

Tra i primi protagonisti, l’architetto Massimiliano Locatelli, gli architetti e designer Ludovica Serafini e Roberto Palomba, Formafantasma, design duo composto da Andrea Trimarchi e Simone Farresin, l’architetto e designer Piero Lissoni e il designer Guglielmo Poletti.

Podcast “Design forward

Il nuovo podcast “Design forwarddel Salone del Mobile è condotto da Maria Cristina Didero e racconta l’attualità del design.

podcast-Design-Forward-salone-mobile-2024
La cover del pocast “Design Forward” (courtesy Salone del Mobile.Milano)

Ogni puntata, disponibile con cadenza mensile su tutte le maggiori piattaforme di streaming audio (qui ad esempio su Spotify), presenta una rassegna stampa tematica (primo episodio sulla sostenibilità), con approfondimenti, notizie e curiosità, per conoscere da vicino la design industry e il mondo del progetto, e mettere in luce le connessioni tra design, cultura e società.

Dove dormire a Milano durante il Salone

Pernottare durante la Design Week a Milano può risultare un vero salasso. Per questo mi concedo una notte, massimo massimo due, col risultato che tra Fiera e Fuorisalone, più che una visita accurata, mi faccio al massimo un’idea di quello che c’è di nuovo nel settore. Ma quello che conta, per me, è respirare il clima effervescente che pervade tutta Milano e lasciarmi contaminare portando a casa esperienze e nuovi input. Non lo pensi anche tu?

Hotel di design

Quest’anno è lo stesso Salone a proporre in partnership con il gruppo MiCodmc una selezione di hotel nel segno del design. Dal centro di Milano, ai nuovi quartieri che stanno ridisegnando il volto della città si va da boutique hotel a hotel stellati o firmati da progettisti di fama internazionale.

dove-dormire-milano-salone-mobile
Il Salone del Mobile.Milano propone una selezione di hotel di design (courtesy Salone del Mobile.Milano)

Soluzioni che puoi andare a sbirciare a questo link per farti un’idea degli alberghi, di dove sono posizionati e soprattutto dei prezzi. Per espositori e addetti ai lavori che pernottano nei giorni della manifestazione sono previste tariffe convenzionate.

Fai anche tu un “salto” al Salone del Mobile? Fammi sapere nei commenti cosa ti attira maggiormente delle proposte in fiera Rho di questa edizione!

Nessun Commento

    Lascia un Commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    error: Questo contenuto è protetto da copyright