design

Una Cini Boeri in ceramica da collezione per “Most Illustrious” di Elena Salmistraro con Bosa

most-illustrious-salone-mobile-2024

Cini Boeri si aggiunge alla famiglia di “Most Illustrious”: la collezione di totem in ceramica che omaggia i maestri del design italiano firmata da Elena Salmistraro per Bosa, un laboratorio artigianale che dal Veneto ha saputo affermarsi nel mondo.

most-illustrious-bosa-ceramiche-statuine-designer
De Lucchi, Castiglioni, Dalisi e Mendini: i primi 4 maestri del design italiano omaggiati da “Most Illustrious”

Dopo Achille Castiglioni, Riccardo Dalisi, Michele De Lucchi e Alessandro Mendini, è finalmente la volta di un’importante figura femminile rappresentata attraverso una somma di citazioni dei suoi tratti e progetti più conosciuti.

“Most Illustrious” regalo perfetto per design addict

Inutile che ti dica che, per un vero design addict, la collezione di statuine in ceramica di “Most Illustrious è il regalo da farsi o da fare perfetto per ogni occasione. E siccome, tra le due, è sempre meglio la seconda opzione, ovvero riceverlo… chi ha orecchie per intendere, intenda 🙃!

Insomma, lascia dei segnali non troppo subliminali e fai capire che è nella tua wishlist! Prima o poi, non sia mai che arrivi ad occupare quella mensola nella libreria del soggiorno o il ripiano della tua scrivania dove sogni già l’intera collezione schierata.

castiglioni-statuetta-ceramica-bosa-salmistraro
I totem in ceramica dedicati ai Maestri sono un regalo perfetto per design addict

Ma scopriamo ora qualche dettaglio in più sul progetto di “Most Illustrious” avviato nel 2018 dalla collaborazione della designer Elena Salmistraro con Bosa ceramiche e ripercorriamo, con l’occasione della new entry nella collezione, la grandiosità di Cini Boeri.

Progetti iconici di Cini Boeri

Il pretesto per allargare alle quote rosa la famiglia di “Most Illustrious” è il centenario della nascita (1924-2000) della designer e architetta protagonista dei decenni d’oro del design italiano tra gli anni ’50 e ’70.

cini-boeri
Cini Boeri fotografata da Maria Mulas

Maria Cristina Mariani Dameno nota come Cini Boeri nasce a Milano dove è tra le prime donne a laurearsi al Politecnico. Dopo uno stage con Gio Ponti, collabora con Marco Zanuso e, nel 1963, apre il suo studio Cini Boeri Architetti.

poltrona-ghost-cini-boeri-fiam
Cini Boeri posa in questo scatto sulla sua poltrona-icona Ghost disegnata per Fiam

Progetta oggetti iconici, come la poltrona in vetro curvato Ghost (disegnata in collaborazione con il giapponese Tomu Katayanagi per Fiam, 1987).

divano-serpentone-cini-boeri-arflex
Il divano Serpentone in schiuma poliuretanica, disegnato da Cini Boeri per Arflex nel 1971 (foto Masera)

Per Arflex disegna il divano in schiuma poliuretanica Serpentone (1971) e il sistema di sedute Strips che comprende letti, poltrone e divani (1968).

strips-cini-boeri-arflex
Letti, poltrone e divani della collezione Strips disegnati da Cini Boeri per Arflex (foto Ziglioli, Ballo)

Compasso d’Oro nel 1979 proprio per Strips, nel 2011 si aggiunge quello alla Carriera.

casa-bunker-cini-boeri
Casa Bunker a La Maddalena in Sardegna (foto Paolo Rosselli)

Fra i suoi edifici passati alla storia: Casa Bunker (1967) e Casa Rotonda (1966-67) a La Maddalena in Sardegna, e Casa nel bosco (1969) a Osmate, in provincia di Varese, Lombardia.

casa-rotonda-cini-boeri
Casa Rotonda a La Maddalena in Sardegna (foto Paolo Rosselli)

Cini Boeri in “Most Illustrious”

Nell’interpretazione per Bosa della designer contemporanea, anch’essa milanese, Elena Salmistraro, si ritrova tutto l’universo di Cini Boeri. Ritratta con la pettinatura che la caratterizzava – ciuffo su un lato e caschetto – e il foulard annodato al collo, le forme del corpo sono disegnate prendendo in prestito gli elementi tridimensionali di due suoi prodotti-icona, il divano Serpentone e la poltroncina Botolo, insieme ai giochi di tessuto che caratterizzano il suo linguaggio.

cini-boeri-most-illustrious-bosa-ceramiche-salmistraro
Cini Boeri in versione totem per Bosa Ceramiche, design Elena Salmistraro

L’immagine tridimensionale è definita da curve eleganti e fluide per rappresentare la visione all’avanguardia di questa protagonista del design e dell’architettura italiana, all’epoca una delle pochissime donne – oltre a Gae Aulenti – ad affermarsi a livello internazionale.

botolo-poltrona-cini-boeri-arflex
La poltrona Botolo, tra le icone progettate da Cini Boeri, a cui la designer Salmistraro si è ispirata (foto Arflex, Anghinelli)

“Most Illustrious” di Salmistraro per Bosa

La collezione dei maestri del design di Elena Salmistraro per Bosa ha inizio nel 2018 con la prima statuina dedicata ad Achille Castiglioni, in occasione del centenario della nascita.

bosa-most-illustrious-schizzi
La fisicità e soprattutto i prodotti più iconici dei “maestri” hanno ispirato la designer Elena Salmistraro

“Most Illustrious” sono oggetti totemici da collezione che sommano le caratteristiche dei designer e delle opere che li hanno resi noti nel mondo, a sottolineare la relazione unica che nasce tra il progettista e i suoi progetti.

bosa-most-illustrious-schizzo-achille-castiglioni
Bozzetto di Elena Salmistraro per il totem di Bosa ceramiche che omaggia il maestro Achille Castiglioni con espliciti riferimenti ad alcuni dei suoi progetti più iconici

Le figure sono disegnate da Salmistraro e realizzate artigianalmente nel laboratorio di Bosa in ceramica, definite da texture tridimensionali e finemente decorate con smalti colorati e dettagli in metallo prezioso.

achille-castiglioni-statuetta-most-illustrious
Il primo totem della collezione Most Illustrious uscì nel 2018, anno del centenario della nascita di Castiglioni

“Questa collezione di illustri è un omaggio dove le figure prendono vita catturando l’essenza di progetti iconici e intramontabili – spiega la designer Elena Salmistraro Le statuine di ceramica si ergono come simboli, rappresentando la forza unica e vibrante dei tratti distintivi dei designer celebrati. Vanno oltre il semplice ritratto e testimoniano la connessione profonda tra il maestro e il suo lavoro, incarnando il concetto che ‘siamo ciò che creiamo’. Il progetto esprime la gratitudine verso coloro che hanno plasmato la mia visione del design e ispirato il mio percorso creativo”.

Prezzi Most Illustrious di Bosa ceramiche

Le attuali 5 statuine che compongono la famiglia di “Most Illustrious” hanno altezze variabili dai 29 cm di Mendini ai 36 di De Lucchi. Il prezzo tra i rivenditori online si aggira in un range tra i € 586 fino a € 710.

most-illustrious-bosa-mendini
In primo piano il totem omaggio al maestro Mendini

E tu, quale tra questi maestri del design italiano in versione totem vorresti collezionare? Fammelo sapere nei commenti!

Nessun Commento

    Lascia un Commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    error: Questo contenuto è protetto da copyright